EPS è un materiale pulito

Materiali a Confronto

Poliend 2000 ha promosso una ricerca scientifica tra il Polistirene Espanso e un suo diretto concorrente, il Cartone, in una realizzazione di largo consumo.

Il confronto dimostra che la produzione di polistirene non grava sulle riserve verdi del pianeta e che esso si avvantaggia sotto molti aspetti rivelandosi un materiale amico dell'ambiente, in quanto:

- fatto per il 98 % di aria

- atossico

- riutilizzabile

- interamente riciclabile

Nell'ottica di una filosofia eco-friendly globale, che nel concetto di tutela dell'ambiente racchiude la salvaguardia del terreno e delle acque, Poliend 2000 ha affrontato anche la questione dell'inquinamento dell'acqua e ha proposto un confronto tra il cartone e l'EPS in una situazione di contatto e immersione prolungata. L'immagine sotto riportata è molto eloquente e dimostra il comportamento del polistirene in acqua rispetto a quello del cartone: Dopo 30 giorni di immersione, l'EPS risulta incolore e atossico, e non rilascia alcuna sostanza.

Rapporti di prova

La legge italiana consente lo scarico nei sistemi fognari di acqua il cui COD non sia superiore a 500 mg/L. Acque aventi valori superiori devono essere previamente trattate in modo da rimuoverne gli inquinanti. Per lo scarico in acque superficiali (fiumi, ecc.) il limite ammesso è pari a 160 mg/L (D.Lgs.152/06 - Allegato 5 alla parte terza, tabella 3).

Per quanto riguarda le acque ad uso potabile il riferimento normativo è il D. Lgs. n.31/2001 All. I Parte A, B, C. Il parametro determinato nel certificato è l’ossidabilità di Kubel (chiamata anche ossidabilità al permanganato) che ha un limite di legge pari a 5,0 mg/l.

2_Polistirolo-e-cartone-a-fine-prova